Chi prescrive l'omeopatia? Dove posso trovare i medicinali omeopatici? Scopri le nostre FAQ sull'omeopatia

1.Come si presentano i medicinali omeopatici?

La forma farmaceutica più caratteristica del medicinale omeopatico è il tubo granuli. Tubi e dosi, contenenti granuli, sono infatti le forme caratteristiche dell’omeopatia. Ma non sono le uniche: molti medicinali omeopatici sono disponibili anche sotto forma di sciroppi, compresse, gel, unguenti, colliri, ecc. 

Qualunque sia la forma farmaceutica dei medicinali omeopatici, la loro produzione è sottoposta agli stessi requisiti di qualità ed affidabilità.

2.Chi prescrive i medicinali omeopatici?

I medicinali omeopatici sono prescritti da professionisti della salute formati all’utilizzo di questa terapia: il medico di famiglia o lo specialista, e vengono anche consigliati dal farmacista.

3.Dove posso trovare i medicinali omeopatici?

In Italia, i medicinali omeopatici sono disponibili esclusivamente in farmacia, parafarmacia e nei corner della grande distribuzione.

4.Come posso dare i granuli al mio bambino?

Per il bambino che non ha ancora iniziato lo svezzamento, i granuli devono essere sciolti in poca acqua, nel biberon o in un bicchiere. 

Quando il bambino si è abituato alle pappine, somministrare più volte al giorno i granuli da sciogliere in bocca utilizzando il conta-granuli e il contenuto delle dosi con un cucchiaino.

I granuli devono essere somministrati preferibilmente prima dei pasti.

Qualche trucco per i genitori:

Per guadagnare tempo, il numero totale di granuli da assumere durante la giornata può essere diluito in un’unica soluzione in un biberon d’acqua, somministrandolo al neonato con la frequenza indicata dal medico.

Se si fanno sciogliere i granuli in un bicchiere, è più semplice somministrare il liquido con una pipetta.

5.I medicinali omeopatici sono compatibili con altri medicinali?

Il medico o il farmacista possono prescrivere un trattamento omeopatico da solo o in associazione con altri farmaci. È importante seguire le loro raccomandazioni e chiedere consiglio in caso di dubbi.

6.Sono interessato all’omeopatia: dove posso trovare un professionista della salute?

Per sapere chi sono i professionisti della salute che utilizzano i medicinali omeopatici è possibile consultare gli elenchi dei medici omeopati:

- sul sito della SIOMI (Società Italiana di Medicina Integrata);

- sul sito della FIAMO (Federazione Italiana Associazioni e Medici Omeopati).

7.Come si legge l’etichetta di un tubo granuli omeopatico?

Il nome del medicinale indica la materia prima utilizzata come base del medicinale omeopatico. È espresso in latino per permettere ai medici di tutto il mondo di identificare i medicinali con facilità e precisione.

Una delle caratteristiche del medicinale omeopatico è la diluizione. Il numero (9 nell’esempio seguente) indica il livello di diluizione. In questo esempio, 9 CH significa che la materia prima è stata diluita 9 volte in diluizione centesimale (1 goccia di materia prima in 99 gocce di soluzione generalmente idroalcolica).

Le due lettere CH significano Centesimale Hahnemanniana, ovvero il metodo di diluizione messo a punto dal Dottor Hahnemann, il fondatore dell’omeopatia.

8.Come si assumono i medicinali omeopatici?

I medicinali disponibili in tubi o dosi (granuli) si assumono per via orale, lontano dai pasti, lasciandoli sciogliere in bocca:

- I granuli generalmente si prendono 5 per volta, ripetendo l’assunzione nel corso della giornata.

- La dose va presa tutta intera, in un’unica soluzione.  

La durata del trattamento omeopatico e il numero di somministrazioni sono indicati nella prescrizione e/o sul foglietto illustrativo del medicinale. 

In ogni caso, è opportuno rispettare la prescrizione del medico o i consigli del farmacista. 

 

Video Modalità di apertura del tubo Boiron

9.Perché non c'è il foglietto illustrativo all'interno delle confezioni dei nostri medicinali?

Molti consumatori si chiedono come mai il foglietto illustrativo non sia presente all'interno delle confezioni dei medicinali Boiron. In particolare sentono la necessità di avere indicazioni sui campi di applicazione e sulla posologia.

Ad oggi, siamo in attesa che, in armonia con quanto previsto dal D.Lgs. 219/2006, vengano emanate specifiche disposizioni che, per la registrazione con indicazioni terapeutiche, tengano conto dei principi e delle caratteristiche dell’omeopatia.
Questo problema riguarda in particolar modo le cosiddette specialità, costituite da un singolo medicinale omeopatico o da associazioni di più medicinali omeopatici differenti, che sono già sviluppate da Boiron per la cura di patologie specifiche minori. In attesa di una evoluzione legislativa in materia, il vostro medico o farmacista potrà darvi tutte le informazioni necessarie sui medicinali omeopatici Boiron.

 

Condividi :

Facebook
Linkedin
test@tes.fr