logo boiron
Orthosiphon

Orthosiphon, lo “spazzino” dei reni

Pianta originaria del sud-est asiatico, più nota come tè di Giava, ha proprietà diuretiche e battericide.

Condividi su

IDENTIKIT DELLA PIANTA:

Nome botanico: Orthosiphon stamineus

Nome comune: Orthosiphon, Ortosiphon, tè di Giava

Famiglia: Labiatae

Benefici: contrasta la ritenzione idrica, i disturbi renali e l’ipertensione

Origini dell’Orthosiphon

L’Orthosiphon è una pianta originaria del sud-est asiatico, più nota come tè di Giava. È un’erbacea di piccole dimensioni, alta da 30 a 80 cm; ha un fusto ligneo nella parte inferiore che diventa erbaceo in quella superiore. I fiori sono riuniti in un’infiorescenza alla sommità dei fusti. Sono di colore bianco o lilla e hanno una corolla tubiforme che contiene stami molto lunghi, motivo per cui in qualche Paese la pianta si chiama “baffo di gatto”.

Orthosiphon

Benefici e proprietà

Le foglie di Orthosiphon contengono glucosidi (tra cui ortosifonina), oli essenziali (con sequiterpeni), flavonoidi, saponine, vitamine, sali minerali (in particolare potassio e calcio). Quali proprietà benefiche ha questa pianta?

·         È diuretica: stimola non solamente il drenaggio dei liquidi, ma anche di cloruri e di urea in eccesso.

·         Abbassa la pressione: aumentando la diuresi, riduce il volume del sangue, e di conseguenza la pressione sulle pareti vascolari.

·         Ha un effetto battericida, grazie ai sequisterpeni.

·         Combatte le infiammazioni e le infezioni.

Può essere usato a supporto di:

·         Disturbi del tratto urinario

·         Calcoli renali e gotta

·         Ipertensione

·         Colesterolo alto