Area Stampa

Area Stampa

Lavora con noi

Lavora con noi

Area Medici

Area Medici

Area Farmacisti

Area Farmacisti

Eccolo lì, dopo giorni di disturbi, pianti e saliva abbondante, è spuntato il primo dentino! Quanto durerà il periodo della dentizione? Quando comincia? Si possono alleviare in qualche modo i sintomi fastidiosi che accompagnano la comparsa dei primi dentini?
Cerchiamo di trovare una risposta a tutte queste domande. Partiamo innanzitutto dal capire cosa si intende per dentizione.

 

La dentizione: un processo fisiologico

 

La dentizione è un passaggio importante nello sviluppo del neonato, un processo fisiologico che inizia tra il sesto e l’ottavo mese e si completa entro i primi due anni di vita del bambino.
I “denti da latte”, in gergo tecnico “denti decidui”, sono 20, 10 superiori e 10 inferiori, e i primi a spuntare sono gli 8 incisivi, seguiti dai 4 premolari, poi i 4 canini ed infine i 4 molari, seguendo più o meno un vero e proprio calendario dei dentini con una variabilità di circa 6 mesi.

 

infografica dentini

 

La masticazione è la funzione principale dei denti decidui che, spuntando, permettono al bambino di passare dall’alimentazione liquida dei primi mesi a quella semiliquida, per arrivare poi a quella solida vera e propria. I denti da latte, inoltre, riservano lo spazio per il corretto posizionamento dei futuri denti permanenti, la cui eruzione inizia intorno ai 6 anni.

Quali sono i disturbi tipici della dentizione?

 

La dentizione è un processo “personale”, infatti non tutti i bambini reagiscono allo stesso modo. Ad alcuni spuntano i dentini senza che questo crei sofferenza, mentre la maggior parte manifesta sintomi dolorosi o disturbi leggeri che possono variare per intensità e durata. I segnali che identificano la comparsa imminente di un nuovo dentino sono1-2-3:

  • a livello generale: irritabilità e agitazione improvvisa; risvegli notturni insoliti; diarrea e sederino arrossato; inappetenza;
  • a livello locale: salivazione abbondante; smania di mordere tutto; infiammazione e gonfiore gengivale.

Il più delle volte la sintomatologia acuta si manifesta nei giorni precedenti o successivi all’eruzione del dentino, dura dai 5 agli 8 giorni e il dentino appare intorno al 5° giorno2.

 

Come possiamo alleviare i disturbi della dentizione?

 

Come la sintomatologia, così anche gli accorgimenti per alleviare il dolore dovuto alla dentizione sono soggettivi. Ci sono bambini che preferiscono mordicchiare il ciuccio, altri prediligono il massaggio gengivale, altri il freddo e gli anelli da dentizioni refrigeranti o i giocattoli con superfici morbide studiate appositamente per questo periodo.
Più in generale è consigliato evitare cibi ricchi di zuccheri e aumentare l’assunzione di calcio, soprattutto nel periodo dello svezzamento.

 

L’aiuto dell’omeopatia

 

Per aiutare il proprio bebè a superare questo periodo, esistono medicinali omeopatici che possono apportare sollievo, migliorando le condizioni e il benessere generale del bambino.
Grazie alle diluizioni delle sostanze attive, i medicinali omeopatici, in genere, non presentano controindicazioni ed effetti indesiderati direttamente legati alle quantità assunte4-5.  Inoltre possono essere utilizzati, se necessario, in concomitanza con altre terapie farmacologiche6-7.
I medicinali omeopatiche si possono presentare in forme orali particolarmente adatte al bambino, in quanto pratiche e semplici da somministrare, sia in casa che fuori.
Per avere maggiori informazioni e ricevere consigli sulla soluzione più adatta al tuo bambino, puoi rivolgerti al pediatra o al farmacista.

 

1 - Shapira J, Berenstein-Ajzman G, Engelhard D, C ahan S, Kalickman I, Barak V. Cytokine levels in gingival crevicular fluid of erupting primary teeth correlated with systemic disturbances accompanying teething. Pediatr. Dent; 2003; 25 (5): 441-448. 2 - Macknin ML, Piedmonte M, Jacobs J, Skibinski C. Symptoms associated with infant teething: a prospective study. Pediatrics; 2000; 105 (4): 747-52 3 - Massignan C, Cardoso M, Porporatti AL et al. Signs and symptoms of primary tooth eruption: A metaanalysis. Pediatrics; 2016; 137 (3): e20153501. 4 - D.Lgs. 219/2006 art.16, comma 1 c). G.U. Serie generale n.142 del 21/6/2006. 5 - Boulet J. Homéopathie – L’enfant. Marabout; 2003. p.15,16. 6 - Jouanny J, Crapanne JB, Dancer H, Masson JL. Terapia omeopatica: possibilità in patologia acuta. Ed. Ariete Salute; 1993. p.81,94-96. 7 - Boiron M, Payre-Ficot A. Omeopatia Il Manuale per il farmacista. Milano: Tecniche Nuove; 2001. p.23.

Condividi :

Facebook
Linkedin
test@tes.fr
ok

Leggi anche: