Preparare

 

"Su consiglio del mio farmacista, prendo dei medicinali omeopatici sia prima della mia lezione di crossfit, dove per un’ora mi diverto a sedermi, ad alzarmi, a correre e saltare ... sia quando esco per facilitare il recupero muscolare. Risultato: sono sicura che la mattina dopo mi sveglierò con meno dolori." Claudia, 26 anni, appassionata di crossfit.

Frutta e acquamask
Ragazze che corrono al parcomask

Riscaldare

 

"Qualunque sia lo sport, è molto importante effettuare il riscaldamento prima di iniziare una sessione: fare una corsetta leggera, qualche esercizio di flessione e di estensione... Questo permette ai muscoli di lavorare progressivamente e di sviluppare potenza. Saltare il riscaldamento, ad esempio prima di una maratona, è il modo migliore per assicurarsi una contrattura al polpaccio. Quando corro, inizio con una camminata attiva, ad una velocità di circa 7 km/h. E se devo giocare a tennis, corro e subito dopo faccio cinque minuti di corsa laterale." Muriel, 40 anni, maratoneta.

 

Idratare

 

"Mi porto sempre dietro una bottiglia d'acqua e bevo piccoli sorsi ogni 10 minuti circa. Questo per evitare che i muscoli si surriscaldino. Soprattutto bevo molto dopo le sessioni di allenamento. Inoltre, mi astengo dal consumare alcol prima di fare esercizio, poiché acidifica l’organismo e favorisce la comparsa di dolori muscolari.» Flora, 31 anni, tennista.

 

Borraccia con acquamask
Ragazza che fa stretchingmask

Allungare

 

“Contrariamente a un’idea diffusa, non ci si deve allungare eccessivamente subito dopo l'allenamento. A seconda dell'intensità dello sforzo, si creano micro lesioni nei muscoli e, allungandoli troppo, le allarghiamo e rischiamo di farci male. Quindi allungo lentamente ogni gruppo muscolare per 20 secondi. La sera stessa, però, faccio una lunga sessione di stretching di 15 minuti che impedisce ai muscoli di irrigidirsi troppo e fa benissimo alle articolazioni." Sofia, 36 anni, allenatrice sportiva.

 

Massaggiare

 

“A volte dopo lo sport i muscoli tirano un po'. Quindi massaggio le zone più sensibili con prodotti a base di Arnica, per avvertire una sensazione di benessere e relax dopo l’attività sportiva." Alessandra, 28 anni, giocatrice di pallamano.

 

Ragazza che si massaggia i muscoli delle gambemask

Condividi :

Facebook
Linkedin
test@tes.fr
ok

Leggi anche: